La formula magica

Per secoli, dalla notte dei tempi, abbiamo bevuto birra: acqua e “qualcosa” che potesse far evolvere i propri zuccheri in alcool con la fermentazione.

Poi la cultura ed il piacere del bere, ci indussero a stabilire la formula magica: acqua, malto dorzo, luppolo e lievito.

Sino a non molto tempo fa, l’umanità ha sempre goduto esclusivamente di BIRRA VIVA, coi suoi lieviti, gli enzimi i fermenti in continua evoluzione.

Il "progresso"

Tutto ciò sino all’industrializzazione e alla famosa “civiltà” dei consumi di massa: sull’altare dei milioni di ettolitri, si è pensato bene di “uccidere” un po’ la birra: filtrazioni, pastorizzazioni più o meno pesanti e laboratori che lavorano a pieno regime su “migliorativi” per “stabilizzare” e “correggere” il prodotto…. è il progresso bellezza….

Una piccola grande rivoluzione

Ma negli anni 80 parte dagli Stati Uniti una piccola GRANDE rivoluzione: molti artigiani iniziano ad aprire microbirrifici che producono “come una volta”, la birra grazie alla sua semplicità concettuale si ribella, non ci sta: il movimento non si arresta, contagia l’Europa i microbirrifici diventano centinaia, migliaia, molti sbagliano e chiudono ma in maggior numero aprono…LA BIRRA TORNA AD ESSERE VIVA!

La birra del Birraio del Lago

La birra artigianale è naturale, non filtrata, rifermentata in bottiglia e, se fatta con cura, attenzione e professionalità rimane integra per mesi tutto il tempo necessario per goderne il gusto, l’aroma e la freschezza.

La birra è buona.
Soprattutto se è viva: ricca di tutti i suoi fermenti, dei suoi profumi e della sua freschezza.
Fare birra non è poi così difficile… ma produrre qualcosa che emozioni è un’altra cosa.
Produco per passione ed intendo farlo per quelli come me: malati di qualità e personalità.
Un prodotto che abbia un senso, una ragione, uno stile.
Per farlo occorre percorrere strade più difficili e accettare il fatto di non piacere a tutti.
Ma sono molti e sempre di più coloro che prediligono la qualità alla quantità, lo stile alla banalità e il piacere del gusto per le cose vere ai prodotti industriali.
Le mie birre sono per loro, un piccolo popolo di persone che ama la vita e il meglio che questa possa offrire.
Ad maiora!

Maurizio Aragosa

Chiudi il menu
×

Carrello